In giro per l'Italia con Giordano Bruno

DOWNLOAD NOW »

Author: Tullio Palo

Publisher: Youcanprint

ISBN: 8892669885

Category: Philosophy

Page: 178

View: 9353

Il lavoro vuole celebrare il filosofo nolano Giordano Bruno e il suo "libero pensiero" attraverso la ricerca in tutta Italia dei monumenti, delle lipidi e targhe commemorative, delle intitolazioni di piazze e strade realizzate dalle amministrazioni comunali, associazioni, circoli culturali ed anche da privati a perenne ricordo di Bruno e del suo pensiero tanto osteggiato dal papato nel Seicento e rivalutato nella seconda metà dell' 800.

Suggestioni di viaggio. In giro per l'Italia e per il mondo

DOWNLOAD NOW »

Author: Yvonne Carbonaro

Publisher: Albatros Edizioni

ISBN: 8899906173

Category: Travel

Page: 236

View: 6659

L’opera propone una serie di suggestioni sparse raggruppate sul criterio di un graduale passaggio dal vicino al lontano, in giro per l’Italia e per il mondo. Osservazioni, curiosità e indicazioni rivolte a chi ama viaggiare, scaturite da esperienze e ricordi; flash di impressioni e considerazioni volte ad incrociarsi ed intrecciarsi con i pensieri e gli aneliti di chi a sua volta ha vissuto o di chi desidera vivere e a far suoi quei sogni. Nell’immaginario del “viaggiatore”, infatti, il viaggio è conoscenza, è ampliamento di orizzonti, è crescita interiore, ma è anche inseguimento di un sogno di felicità in un tempo e in uno spazio differenti dal quotidiano, immaginario ponte con un altrove di luoghi e di genti. Scattare foto ed accompagnarle con “suggestioni di viaggio” risponde all’impulso di fissare emozioni per condividerle e per rivivere nel tempo le storie che sintetizzano. Ed è un riaffiorare segreto di sapori, profumi, colori, sensazioni, immagini di cui l’anima si è imbevuta.

In Giro Per L'Italia

DOWNLOAD NOW »

Author: Graziana Lazzarino,Janice Aski,Maria Cristina Peccianti,Andrea Dini

Publisher: McGraw-Hill Humanities, Social Sciences & World Languages

ISBN: 9780072496109

Category: Foreign Language Study

Page: 512

View: 8258

This new beginning Italian text is a brief version of the best-selling "Prego!," perfectly designed for those programs that are interested in this successful four-skills and communicative introduction to Italian language and culture but whose curriculum necessitates a briefer text. In addition, the communicative activities and even more streamlined vocabulary and grammar presentation have been re-organized into a four-part chapter structure including a beautiful, new mid-lesson cultural spread.

Giro Per L'Italia

DOWNLOAD NOW »

Author: Graziana Lazzarino,Maria Cristina Peccianti

Publisher: McGraw-Hill Humanities, Social Sciences & World Languages

ISBN: 9780072489941

Category: Foreign Language Study

Page: 320

View: 975

Ponti: Italiano terzo millennio

DOWNLOAD NOW »

Author: Elissa Tognozzi,Giuseppe Cavatorta

Publisher: Cengage Learning

ISBN: 1111836663

Category: Foreign Language Study

Page: 448

View: 5905

Now featuring a brand-new design and integration of short film, the newly-revised PONTI: ITALIANO TERZO MILLENNIO provides an up-to-date look at modern Italy, with a renewed focus on helping the second year student bridge the gap from the first year. With its innovative integration of cultural content and technology, the Third Edition encourages students to expand on chapter themes through web-based exploration and activities. Taking a strong communicative approach, the book's wealth of contextualized exercises and activities make it well suited to current teaching methodologies, and its emphasis on spoken and written communication ensures that students express themselves with confidence. Students will also have the chance to explore modern Italy with a cinematic eye through the inclusion of five exciting short films by Italian filmmakers. Important Notice: Media content referenced within the product description or the product text may not be available in the ebook version.

L'Italia migliore

DOWNLOAD NOW »

Author: Vladimir Luxuria

Publisher: Giunti

ISBN: 8858762673

Category: Fiction

Page: 140

View: 993

LA TRASMISSIONE E LA TV AVEVANO AVUTO UN POTERE CHE NON AVEVA CONSIDERATO, ERA ARRIVATA OVUNQUE.

Uguaglianziopoli l’Italia delle disuguaglianze

povertà, disabilità, malattia

DOWNLOAD NOW »

Author: Antonio Giangrande

Publisher: Antonio Giangrande

ISBN: N.A

Category:

Page: N.A

View: 7509

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

Ambientopoli

Ambiente svenduto

DOWNLOAD NOW »

Author: Antonio Giangrande

Publisher: Antonio Giangrande

ISBN: N.A

Category:

Page: N.A

View: 8619

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

Roma ed il Lazio

Quello che non si osa dire

DOWNLOAD NOW »

Author: Antonio Giangrande

Publisher: Antonio Giangrande

ISBN: N.A

Category: Social Science

Page: 810

View: 8464

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

GOVERNOPOLI SECONDA PARTE

DEMOCRAZIA INESISTENTE E MALGOVERNO COME ESEMPIO DI MORALITA'

DOWNLOAD NOW »

Author: ANTONIO GIANGRANDE

Publisher: Antonio Giangrande

ISBN: N.A

Category:

Page: N.A

View: 2874

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!

L'Europa in Vespa

DOWNLOAD NOW »

Author: Silla Gambardella

Publisher: Silla Gambardella

ISBN: 8863697531

Category: Travel

Page: N.A

View: 7205

«Cercavo un'esperienza che mi facesse riscoprire il gusto della lentezza, che mi liberasse da tutto ciò che è superfluo e che mi facesse sperimentare la fratellanza tra gli uomini. Così, in sella alla mia Vespa, sono partito per un viaggio attraverso l'Europa. In 18 giorni, ho attraversato 14 nazioni e visitato nove capitali, percorrendo 5000 chilometri. Non ero da solo: con me, sul suo scooter Honda, c'era l'amico Michael Bassett, il miglior compagno di viaggio che si possa desiderare. La meta del nostro giro è stata Copenaghen. Abbiamo soggiornato in campeggio o in ostello o a casa di alcuni amici che ci hanno offerto ospitalità. La lentezza dei nostri scooter ha dato valore al nostro tempo, trasformando il nostro viaggio geografico anche in un viaggio interiore.»

L’Italia in bicicletta

DOWNLOAD NOW »

Author: Giordano Mazzolini

Publisher: Youcanprint

ISBN: 8867511920

Category: Sports & Recreation

Page: 100

View: 4663

L'Italia in bicicletta " Natura, Avventura, Storia , Cultura. ;Le piante officinali utili allo sportivo. Un libro di piacevole e rasserenante lettura che da la sensazione di grande rispetto per le persone, per la natura e per il vero genuino modo di fare dello sport.

Occulto Italia

DOWNLOAD NOW »

Author: Gianni Del Vecchio,Stefano Pitrelli

Publisher: Bur

ISBN: 8858615727

Category: Religion

Page: 462

View: 438

Le sette non sono solo piccole comunità di persone deboli o disperate plagiate da un qualche "santone", come la stampa tende a presentarle. La realtà è ben diversa, e più pericolosa: non solo questi gruppi rovinano vite e famiglie, ma trovano agganci fra parlamentari, imprenditori, uomini di spettacolo e professori. Facendo della segretezza la propria cifra, organizzazioni di questo tipo sono riuscite a inserirsi in grandi istituzioni pubbliche e private, fino a raggiungere i vertici dello Stato. Docenti formati da Scientology insegnano ai nostri ragazzi con il benestare del governo; l'Ontopsicologia ha goduto dell'amicizia di Marcello Dell'Utri e per anni è stata indirettamente in affari con Fininvest; Damanhur controlla di fatto alcuni comuni piemontesi e allunga i propri tentacoli in Parlamento; il Movimento Umanista si è fatto partito e diffonde le proprie idee dalle fila dell'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro; la Soka Gakkai copre il dispotismo verso gli adepti con il volto buono del buddismo radical chic, e gode di testimonial eccellenti. Ricco di documenti inediti e testimonianze dirette, questo libro presenta la prima inchiesta sulle sette italiane, sabotandone l'arma più potente: l'omertà che le circonda.

Bootstrapping Information from Corpora in a Cross-linguistic Perspective

DOWNLOAD NOW »

Author: Massimo Moneglia,Alessandro Panunzi

Publisher: Firenze University Press

ISBN: 8884535182

Category: Language Arts & Disciplines

Page: 268

View: 3201

The achievements of Romance language corpus-driven studies deserve more attention from the scientific community at the world level for both their quantity and quality. This book contains papers given at the 3rd International LABLITA Workshop in Corpus Linguistics (Italian Department, University of Florence, June 4th-5th 2008), and it aims at integrating new ideas and results derived from Romance language corpora in the framework of the overall achievements of Corpus Linguistics. The volume contains the contribution of a leading scholar of Corpus Linguistics (Douglas Biber), and a set of articles presented to Biber by notable European researchers and those from other countries. Papers report on long-term studies ranging from Italian to Spanish, French, Brazilian Portuguese and Japanese.

Sportopoli

Lo sport truccato

DOWNLOAD NOW »

Author: Antonio Giangrande

Publisher: Antonio Giangrande

ISBN: N.A

Category:

Page: N.A

View: 6775

E’ comodo definirsi scrittori da parte di chi non ha arte né parte. I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. E’ facile scrivere “C’era una volta….” e parlare di cazzate con nomi di fantasia. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Meno facile è essere saggisti e scrivere “C’è adesso….” e parlare di cose reali con nomi e cognomi. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Le vittime, vere o presunte, di soprusi, parlano solo di loro, inascoltati, pretendendo aiuto. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Ascoltato e seguito, parlo degli altri, vittime o carnefici, che l’aiuto cercato non lo concederanno mai. “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”. Aforisma di Bertolt Brecht. Bene. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono. Io le cerco, le filtro e nei miei libri compongo il puzzle, svelando l’immagine che dimostra la verità oggettiva censurata da interessi economici ed ideologie vetuste e criminali. Rappresentare con verità storica, anche scomoda ai potenti di turno, la realtà contemporanea, rapportandola al passato e proiettandola al futuro. Per non reiterare vecchi errori. Perché la massa dimentica o non conosce. Denuncio i difetti e caldeggio i pregi italici. Perché non abbiamo orgoglio e dignità per migliorarci e perché non sappiamo apprezzare, tutelare e promuovere quello che abbiamo ereditato dai nostri avi. Insomma, siamo bravi a farci del male e qualcuno deve pur essere diverso!